Come funziona Google Ads

Come funziona Google Ads

Stanco di non ottenere visibilità online? Google Ads è la soluzione che fa per te!

Google Ads, la piattaforma di advertising di Google, ti permette di creare annunci pubblicitari che compaiono in cima ai risultati di ricerca e su altri siti web pertinenti. In questo modo, puoi raggiungere il tuo pubblico target e aumentare la visibilità del tuo business.

Introduzione

Google Ads è una piattaforma pubblicitaria online sviluppata da Google che consente agli inserzionisti di creare annunci mirati per promuovere i propri prodotti o servizi.

Utilizzando un sistema di aste e offerte basato su parole chiave, gli inserzionisti possono mostrare annunci sul motore di ricerca Google e su altri siti web affiliati alla rete di Google.

Questa piattaforma offre una vasta gamma di opzioni di targeting, inclusi criteri demografici, geografici e comportamentali, consentendo agli inserzionisti di raggiungere il loro pubblico di riferimento in modo efficace.

Google Ads offre anche strumenti di analisi approfonditi per monitorare le prestazioni degli annunci e ottimizzare le campagne pubblicitarie.

Come funziona Google Ads? È semplice!

  • Scegli il tuo obiettivo: vuoi aumentare le visite al tuo sito web, generare lead o incrementare le vendite?
  • Imposta il tuo budget: decidi quanto vuoi spendere per la tua campagna.
  • Scegli il tuo target: definisci il pubblico che vuoi raggiungere con i tuoi annunci.
  • Crea i tuoi annunci: scrivi testi accattivanti e scegli le immagini più adatte.

Google Ads è facile da usare e offre diverse opzioni per soddisfare le esigenze di ogni business.

Scopri cosa vuol dire SEM e SEA

SEM è l’acronimo di Search Engine Marketing, che in italiano significa Marketing sui Motori di Ricerca.

Si tratta di un insieme di tecniche e strategie volte ad aumentare la visibilità di un sito web o di un’azienda sui motori di ricerca come Google, Bing e Yahoo.

L’obiettivo del SEM è quello di attirare traffico qualificato verso il sito web, aumentando le visite e, di conseguenza, le conversioni in clienti o lead.

Esistono due macro-aree all’interno del SEM:

SEO (Search Engine Optimization): si tratta di un insieme di tecniche volte a migliorare la posizione di un sito web nei risultati di ricerca organici (cioè non a pagamento). Questo avviene ottimizzando il sito web per i motori di ricerca, includendo parole chiave pertinenti nel contenuto, nei titoli e nelle meta descrizioni.

SEA (Search Engine Advertising): si tratta di un insieme di tecniche volte a creare annunci pubblicitari che compaiono in cima ai risultati di ricerca o su altri siti web pertinenti. Questi annunci sono a pagamento e il loro costo varia in base a diversi fattori, come la parola chiave utilizzata e la concorrenza.

In sintesi, il SEM è un’importante leva di marketing per le aziende che desiderano aumentare la propria visibilità online e raggiungere nuovi clienti.

Esempi di attività SEM:

  • Ottimizzazione del sito web per i motori di ricerca (SEO)
  • Creazione di campagne di Google Ads (SEA)
  • Marketing sui social media
  • Content marketing
  • Email marketing

Creazione di una campagna

Per capire Come funziona Google Ads, occorre partire dall’inizio, ovvero dalla creazione di una campagna.

  1. Accesso e impostazione dell’account: Accedi a Google Ads con un account Google e configura il tuo account pubblicitario, inserendo le informazioni di fatturazione e le impostazioni di pagamento.
  2. Obiettivi della campagna: Definisci gli obiettivi della tua campagna pubblicitaria, che possono essere aumentare le vendite, generare lead, aumentare il traffico sul sito web, o migliorare la consapevolezza del marchio.
  3. Scelta del tipo di campagna: Seleziona il tipo di campagna più adatto ai tuoi obiettivi, come campagne di ricerca, display, shopping, video o app.
  4. Configurazione della campagna: Definisci il budget giornaliero e il tipo di offerta che desideri utilizzare (offerte automatiche o offerte manuali). Scegli le impostazioni di targeting, inclusi paesi, lingue, parole chiave e pubblico di destinazione.
  5. Creazione degli annunci: Crea annunci accattivanti e pertinenti che si allineino con i tuoi obiettivi di campagna. Puoi includere titoli, descrizioni, URL finali e, a seconda del tipo di campagna, immagini o video.
  6. Pubblicazione e monitoraggio: Dopo aver revisionato e approvato la tua campagna, pubblicala. Monitora costantemente le prestazioni degli annunci utilizzando gli strumenti di monitoraggio di Google Ads e apporta eventuali ottimizzazioni necessarie per massimizzare i risultati.

Ricorda che il successo di una campagna su Google Ads dipende da vari fattori, tra cui la qualità degli annunci, la pertinenza delle parole chiave e l’efficacia del targeting.

Impostazione del budget e del target

A questo punto occore impostare bene altri due parametri, li budget ed il target interessato

Impostazione del budget:

  • Budget giornaliero: decidi quanto vuoi spendere in media ogni giorno per la tua campagna.
  • Budget mensile: imposta un limite massimo di spesa per la tua campagna nell’arco di un mese.
  • Condivisione del budget: se hai più campagne, puoi scegliere di condividere il tuo budget tra di loro.

Strategie di offerta:

  • Manuale: imposti manualmente l’offerta massima che sei disposto a pagare per ogni clic (CPC).
  • Automatica: Google Ads imposta automaticamente l’offerta per te in base al tuo budget e agli obiettivi della tua campagna.

Tipi di targeting:

  • Per parole chiave: i tuoi annunci vengono mostrati agli utenti che cercano le parole chiave che hai selezionato.
  • Per pubblico: i tuoi annunci vengono mostrati agli utenti in base a criteri demografici, interessi e comportamenti.
  • Per dispositivo: i tuoi annunci vengono mostrati agli utenti che utilizzano determinati dispositivi, come computer, smartphone o tablet.

Consigli:

  • Inizia con un budget ridotto e aumentalo gradualmente in base alle tue performance.
  • Scegli le parole chiave pertinenti per la tua attività e che hanno un buon volume di ricerca.
  • Utilizza diverse strategie di targeting per raggiungere il tuo pubblico di riferimento.
  • Monitora le tue campagne e apporta le modifiche necessarie per ottimizzare i tuoi risultati.

Creazione di annunci efficaci

Non basta conoscere lo strumento, serve essere in grado di gestire con la massima efficacia gli annunci che vengono pubblicati, curando ogni parte.

Vediamo nel dettaglio, punto per punto, cosa fare

Titolo:

  • Deve essere chiaro, conciso e accattivante.
  • Deve includere le parole chiave pertinenti.
  • Deve invogliare l’utente a cliccare.

Descrizione:

  • Deve essere breve e informativa.
  • Deve evidenziare i benefici del tuo prodotto o servizio.
  • Deve includere una chiamata all’azione.

Estensioni degli annunci:

  • Possono essere utilizzate per aggiungere informazioni aggiuntive al tuo annuncio, come il numero di telefono o l’indirizzo del tuo sito web.
  • Possono aumentare il CTR (Click-through rate) del tuo annuncio.

Call to action:

  • Deve essere chiara e diretta.
  • Deve dire all’utente cosa vuoi che faccia.
  • Deve essere convincente.

Landing page:

  • Deve essere pertinente al tuo annuncio.
  • Deve essere facile da navigare.
  • Deve avere un chiaro obiettivo di conversione.

Esempio di annuncio efficace:

Titolo: scarpe da running comode e convenienti

Descrizione: trova le scarpe da running perfette per te! vasta scelta di modelli e prezzi.

Estensioni degli annunci:

  • numero di telefono
  • indirizzo del sito web
  • recensioni positive

Call to action:

acquista ora!

Landing page:

pagina del sito web con una vasta scelta di scarpe da running, con filtri per prezzo, marca e modello.

Tipi di campagne Google Ads

Esistono diversi tipi di campagne di Google Ads

Rete di Ricerca:

  • I tuoi annunci vengono mostrati agli utenti che cercano le parole chiave che hai selezionato.
  • Sono il tipo di campagna più diffuso e possono essere utilizzati per raggiungere un pubblico ampio e mirato.

Rete Display:

  • I tuoi annunci vengono mostrati su siti web, app e video partner di Google.
  • Sono un ottimo modo per aumentare la visibilità del tuo marchio e raggiungere un pubblico nuovo.

Campagne Shopping:

  • I tuoi annunci vengono mostrati su Google Shopping e su altri siti web partner di Google.
  • Sono perfetti per promuovere i tuoi prodotti online e aumentare le vendite.

Campagne Video:

  • I tuoi annunci vengono mostrati su YouTube e su altri siti web partner di Google.
  • Sono un ottimo modo per raggiungere un pubblico ampio e coinvolto con video accattivanti.

App:

  • I tuoi annunci vengono mostrati su Google Play, YouTube e sulla Rete Display di Google.
  • Sono perfetti per promuovere la tua app e aumentare le installazioni.

Campagne Local:

  • I tuoi annunci vengono mostrati agli utenti che cercano informazioni sulle tue attività commerciali su Google Maps e Google Search.
  • Sono un ottimo modo per attirare clienti nella tua attività fisica.

Campagne Performance Max:

  • Questo tipo di campagna utilizza l’intelligenza artificiale di Google per ottimizzare le tue inserzioni su tutte le reti Google, incluso YouTube, Gmail e la Rete Display.
  • È un’opzione interessante per chi desidera ottenere il massimo dalla propria pubblicità online con il minimo sforzo.

Oltre a questi tipi di campagne principali, Google Ads offre anche diverse altre opzioni, tra cui:

  • Campagne di remarketing
  • Campagne di discovery
  • Campagne Smart Display
  • Campagne video discovery

La scelta del tipo di campagna più adatto dipende dai tuoi obiettivi di marketing e dal tuo pubblico di riferimento.

Estensione degli annunci

Le estensioni degli annunci sono dei moduli aggiuntivi che puoi includere nei tuoi annunci Google Ads per fornire agli utenti informazioni più complete e utili. Possono essere utilizzate per:

  • Aumentare il CTR (Click-through rate) dei tuoi annunci.
  • Fornire agli utenti informazioni più complete sulla tua attività o sui tuoi prodotti.
  • Incoraggiare gli utenti a compiere un’azione specifica, come chiamare il tuo numero di telefono o visitare il tuo sito web.

Esistono diverse tipologie di estensioni degli annunci:

  • Estensioni di chiamata: consentono di aggiungere il tuo numero di telefono all’annuncio, in modo che gli utenti possano chiamarti direttamente.
  • Estensioni di sitolink: consentono di aggiungere link a pagine specifiche del tuo sito web, in modo che gli utenti possano trovare facilmente le informazioni che stanno cercando.
  • Estensioni di snippet di testo: consentono di aggiungere brevi testi informativi all’annuncio, come i tuoi servizi o i tuoi prodotti.
  • Estensioni di località: consentono di aggiungere l’indirizzo della tua attività all’annuncio, in modo che gli utenti possano trovarti facilmente.
  • Estensioni di recensioni: consentono di mostrare le recensioni positive dei tuoi clienti all’interno dell’annuncio.
  • Estensioni di immagini: consentono di aggiungere immagini all’annuncio per renderlo più accattivante.

Le estensioni degli annunci sono uno strumento molto efficace per migliorare le performance delle tue campagne Google Ads.

Misurazione dei risultati

Ci sono diverse metriche da usare per misurare le campagna di Google.

KPI (Key Performance Indicators):

  • Impressioni: il numero di volte in cui il tuo annuncio è stato mostrato agli utenti.
  • Clic (CPC): il numero di volte in cui gli utenti hanno cliccato sul tuo annuncio.
  • Costo per clic (CPC): il costo che hai pagato ogni volta che un utente ha cliccato sul tuo annuncio.
  • Tasso di conversione (CR): la percentuale di utenti che hanno cliccato sul tuo annuncio e hanno compiuto un’azione desiderata, come acquistare un prodotto o compilare un modulo.
  • Costo per conversione (CPA): il costo che hai pagato per ogni conversione.
  • Return on Investment (ROI): il ritorno sull’investimento che hai ottenuto dalla tua campagna.

Altri fattori da considerare:

  • Qualità del traffico: assicurati che il tuo annuncio stia attirando il pubblico di riferimento giusto.
  • Posizionamento dell’annuncio: la posizione in cui viene mostrato il tuo annuncio può influire sul CTR.
  • Comportamento degli utenti: monitora come gli utenti interagiscono con il tuo sito web dopo aver cliccato sul tuo annuncio.

Iscriviti alla newsletter

Non perdere i prossimi articoli, iscriviti alla newsletter del blog di Alessandro Perini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *